Tpffcelticsociety

Yarsagumba, il viagra millenario dell'Himalaya


Yarsagumba, il viagra millenario dell'Himalaya / Curiosità mediche

La leggenda vuole che più di 1.000 anni fa, gli agricoltori che trasportano i loro yak al pascolo di primavera in Himalaya, tra il 3500 e 5000 metri sul livello del mare, ha osservato che questi, quando si mangia una pianta, sembrava di ricevere una dose extra di energia e hanno visto aumentare il loro appetito sessuale. Era circa Yarsagumba, un fungo conosciuto oggi come 'viagra dell'Himalaya', il cui mito sulle sue proprietà farmacologiche e afrodisiache ha raggiunto i nostri giorni e ha attraversato i confini nel continente asiatico.

La sua fama è cresciuta soprattutto dopo la sua raccolta, il trasporto e l'esportazione (che fino ad allora si stava preparando nel mercato nero), generando un boom delle loro vendite è stata anche accompagnata da inflazione senza precedenti è stata depenalizzata nel 2001. Non a caso, si stima che Yarsagumba può muovere un mercato di quasi 8.000 milioni di euro l'anno, che, come al solito, prendono taglio speciale i commercianti finali, in questo caso in Cina, dove ci si può aspettare a pagare il yarsagumba di € 100.000 al chilo - un prezzo più alto di quello dell'oro - quasi dieci volte di più dei collezionisti nepalesi di solito caricano ogni primavera per trascorrere le loro vite sull'Himalaya.

Secondo una meta-analisi pubblicata nel 2006, yarsagumba aumenta il numero totale di spermatozoi, la percentuale di spermatozoi mobili e il testosterone sierico

Cos'è yarsagumba e quali proprietà vengono attribuite ad esso

La yarsagumba (ophiocórdyceps sinensis nella terminologia scientifica), è uno di quegli inesplicabili miracoli della natura, una specie di verme che è parassitato da un fungo che cresce sottoterra durante la stagione delle piogge estive nella regione. Durante le gelate invernali, il verme parassitato è mummificato e di lui, durante la primavera, una pianta cresce verso l'esterno, l'ambita 'viagra naturale dell'Himalaya' o 'Oro dell'Himalaya', In cui ricerca lasciano migliaia di residenti, famiglie di Nepal, Tibet, Bhutan e India, per garantire la sussistenza economica con i profitti realizzati dalla vendita di questa pianta che cresce solo al di là di 3.500 metri di altezza.

Le proprietà quasi miracolose attribuite all'estratto di yarsagumba hanno fatto salire i prezzi anche sopra l'oro.

Per oltre 500 anni il medicina tradizionale Cina E 'stato attribuito al Yarsagumba una serie di effetti farmacologici, tra cui oltre a curare l'impotenza e aumentare il desiderio sessuale, rafforzerebbe il sistema immunitario, la sua positivo per il funzionamento degli organi proprietà, alleviare lo stress o affaticamento e , persino, il suo potere curativo nel trattamento del cancro. In questo senso, una meta-analisi pubblicata nel 2006 dalla rivista Recensione di Farmacognosia, ha affermato nelle sue conclusioni che yarsagumba "aumenta il numero totale di spermatozoi, la percentuale di spermatozoi mobili e il testosterone sierico". Il resto delle virtù non è stato confermato da nessun tipo di studio scientifico.

Sovrasfruttamento e morte, il lato oscuro di yarsagumba

il boom della yarsagumba nei paesi asiaticiSpecialmente nel mercato cinese, insieme con l'aumento senza precedenti prezzo verrà anche accompagnata da varie disgrazie, confermandosi a coloro che continuano a tenere, aggrappato alla cultura buddista, raccogliendo la pianta è un atto peccaminoso.

La prima cosa che è arrivata sono stati i conflitti tra i diversi villaggi che abitano l'Himalaya per delimitare le loro ambite aree di raccolta. E mano nella mano, sono arrivati ​​anche gli omicidi di persone che hanno osato superare questi confini sfocati. Il più famoso di loro si è verificato nel 2009, quando sette nepalesi che erano saliti a raccogliere yarsagumba sono stati uccisi da pale e tagli e gettati da burroni.

La seconda delle disgrazie è stata la graduale scomparsa dell'impianto, la cui disponibilità è diminuita considerevolmente rispetto al suo picco storico nel 2009, un fatto che è stato anche ribadito dalla prestigiosa rivista natura. A causa del sovrasfruttamento, sta diventando sempre più difficile da trovare yarsagumba, perché nella febbre che è stata generata, e in larga misura a causa della mancanza di regolazione, è stata effettuata la raccolta, impedendo la maturazione del fungo e la dispersione delle sue spore, che ha finito per rompere il ciclo che ha dato origine a le virtù di questa peculiare pianta.

L'avidità umana può anche terminare l'antico Viagra himalayano.