Tpffcelticsociety

Valore nutrizionale e dietetico dell'anguria


Valore nutrizionale e dietetico dell'anguria / Dieta e nutrizione

il anguria È uno dei frutti più caratteristici dell'estate. Il suo alto contenuto d'acqua lo rende uno spuntino rinfrescante che ogni anno delizia grandi e piccoli per questa stagione.

E l'anguria è il frutto che contiene più acqua (circa il 93%) che gli conferisce un valore nutrizionale molto basso di non più di 23 Kcal per 100 g. Il suo colore rossastro è dovuto alla presenza di licopene, un carotenoide con attività antiossidante che è stato studiato per il suo possibile effetto protettivo contro alcuni tipi di cancro come il cancro alla prostata.

Per il resto, non si distingue notevolmente per la presenza di altri nutrienti. Per quanto riguarda i carboidrati, questi sono rappresentati da piccole quantità di zucchero che non superano i sette grammi per 100 grammi di anguria (che sarebbe equivalente a una bustina di zucchero). Per quanto riguarda i minerali, il loro contenuto è altrettanto basso, sebbene il potassio e il magnesio abbiano un certo ruolo, con un contenuto ridotto rispetto ad altri frutti.

Pertanto, il suo basso valore nutritivo fa sì che dal punto di vista dietetico non sia molto interessante, oltre ad essere un frutto ipocalorico che si adatta perfettamente alle linee guida dietetiche di macilenza.

A causa del basso contenuto di potassio rispetto agli altri frutti, le persone che devono limitare l'assunzione di questo minerale, come nell'insufficienza renale acuta e cronica, possono valutare con il proprio medico l'inclusione dell'anguria nella propria dieta. Tuttavia, frutta, verdura e acqua contribuiscono alla nostra dieta e al cocomero, poiché i frutti con alto contenuto di acqua dovrebbero essere esclusi quando l'insufficienza renale porta alla dialisi.

L'anguria contiene circa il 93% di acqua, il che gli conferisce un valore nutrizionale molto basso

D'altra parte, questa stessa proprietà favorisce le persone sane, che possono valutare il cocomero come una delle opzioni più desiderabili da considerare in estate come fonte di idratazione. Non dimenticare che durante le alte temperature il rischio di disidratazione può essere elevato in certe aree e in alcuni gruppi, come i bambini e gli anziani, poiché possono vedere alterata la percezione della sete. Quindi, prendere qualche pezzo di anguria in spiaggia o mangiarlo tra i pasti, come dessert o nello spuntino durante l'estate può completare il modello di idratazione raccomandato.

Recentemente è stata sviluppata una nuova varietà di cocomero che afferma di avere benefici sul diabete, sull'astenia e sui problemi cardiovascolari. Tuttavia, questi benefici non sono stati valutati dall'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), che garantisce che le virtù che sono concesse al cibo siano fatte sulla base di prove scientifiche correnti, quindi la prudenza con le promesse che non sono stati contrastati seguendo i più rigidi standard scientifici.