Tpffcelticsociety

Vitamina K


Vitamina K / Dieta e nutrizione

Raccomandazioni giornaliere sulla vitamina K:

45-80 μg / giorno.

ilvitamina K È liposolubile ma non si scioglie in acqua, quindi mantiene le sue proprietà anche dopo la cottura. È anche chiamato antihemorragica o vitamina coagulativa.

Come vitamina K ci sono diverse molecole che hanno in comune la loro partecipazione ai processi di coagulazione. Da qui il suo nome, dalla parola tedescaKoagulation. Gli anticoagulanti e gli antibiotici possono interferire con la vitamina K.

Una percentuale significativa di vitamina K viene sintetizzata a livello endogeno nell'intestino umano. Questa sostanza è influenzata dalla luce solare e l'azione degli acidi, tuttavia, non influisce sull'ossidazione o sul calore.

La tossicità di questo componente è piuttosto rara.

Funzioni di vitamina K

  • Non è presente nell'elenco delle vitamine essenziali. Anche se è importante tenere a mente che la sua assenza farebbe in modo che il sangue non si coaguli.
  • Collaborare nella sintesi ossea.
  • Aiuta nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Fonti alimentari di vitamina K

  • Verdure a foglia verde, cavoli, cavoli, cavolfiori, spinaci, tè e soia.
  • Broccoli, erba cipollina, crescione, asparagi e persino prezzemolo sono altre opzioni verdi.
  • Tra i frutti, anche se in quantità minore, contribuiscono la mela verde, le prugne secche, i mirtilli e l'uva.
  • Fegato di maiale
  • Cereali, patate, pomodoro
  • Burro, formaggi.
  • Salmone, gamberetti bolliti o tonno in olio d'oliva.
  • Anacardi, noci e pinoli.
  • Olio di soia ricco di fillochinone.

Conseguenze della carenza di vitamina K.

La carenza di vitamina K è molto rara, anche se può verificarsi in neonati, poiché alla nascita il suo microbiota o flora intestinale è esente da microrganismi, e quindi non ha il processo di sintesi di questa vitamina. I sintomi del loro bisogno nel corpo si manifestano principalmente con sanguinamento.