Tpffcelticsociety

HPV nei sintomi delle donne e malattie associate


HPV nei sintomi delle donne e malattie associate / Malattie di A-Z

La maggior parte delle persone - uomini e donne - che hanno HPV non sono consapevoli di essere infetti perché non manifestano sintomi o causano problemi di salute, ma piuttosto che il virus viene eliminato dal sistema immunitario del corpo. Nel caso delle donne, il Pap test o citologia cervicale, che è fatto per rilevare il cancro cervicale o le lesioni precancerose, può mostrare un risultato anormale che indica la presenza del virus.

Tuttavia, quando l'infezione da HPV non è curata e, a seconda del tipo di virus coinvolto (come spiegato nella sezione precedente), può causare da verruche genitali, a malattie gravi, come vari tipi di cancro.

Verruche genitali

Nelle donne, il papillomavirus può causare la comparsa di verruche genitali, che può essere di varie dimensioni - piatte o in rilievo - e che il medico può vedere a occhio nudo. I tipi 6 e 11 dell'HPV sono quelli che sono solitamente correlati alle verruche genitali, che si diffondono sessualmente e possono apparire giorni, settimane, mesi o persino anni, dopo l'infezione, nella vulva, nella vagina, nell'uretra, nel collo uterino, e intorno e dentro l'ano. Se non viene seguito alcun trattamento, queste verruche possono eventualmente scomparire, rimanere invariate, o crescere e moltiplicarsi.

Le verruche genitali di solito non causano sintomi, ma se sono fastidiose e per ridurre il rischio di trasmetterle ad altre persone, il medico può dirvi trattamento più appropriato per eliminarli. Ci sono diversi modi per farlo, come l'applicazione per alcune settimane di alcuni prodotti chimici o creme, crioterapia (eliminazione a freddo), elettrocauterizzazione (combustione con una corrente elettrica) o rimozione con un bisturi. Il vaccino HPV previene anche la comparsa di condilomi genitali.

Tipi di cancro associati all'HPV nelle donne

Quanto segue descrive i sintomi e l'evoluzione del principali tipi di cancro associati all'HPV nelle donne.

Cancro cervicale o cervicale

L'evoluzione del cancro cervicale comporta lo sviluppo progressivo di diverse fasi. In primo luogo le cellule epiteliali della cervice presentano alcune anomalie istologiche note come neoplasia intraepiteliale cervicale (CIN) o, che è la stessa, displasia lieve; poi si verifica displasia moderata; Terzo, si manifesta displasia grave o carcinoma in situ e, infine, un cancro invasivo.

Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato che circa l'85% delle displasie gravi presenta DNA di papillomavirus e il 100% dei carcinomi cervicali invasivi presenta il virus.

Fasi dell'infezione

  • Infezione latente: il virus del papilloma sta infettando le cellule oi tessuti, che sono ancora apparentemente normali e il paziente manca di manifestazioni cliniche; Anche così, il virus è presente e può essere rilevato solo da tecniche di biologia molecolare come la reazione a catena della polimerasi (PCR).
  • Infezione subclinica: il papillomavirus ha causato piccoli cambiamenti microscopici nelle cellule epiteliali della cervice o della cervice; Questo è noto come cambiamenti koilocytic o displasia, che può essere evidenziato in citologie di routine o in una biopsia del tessuto interessato. In questa fase dell'infezione la presenza del virus può anche essere rilevata macroscopicamente in un esame ginecologico di routine utilizzando una soluzione con iodio o con acido acetico; se si osservano cambiamenti di colorazione, è altamente probabile la presenza di una lesione premaligna.
  • Infezione clinica: caratterizzato dalla presenza di tumori maligni; il virus è in grado di moltiplicarsi rapidamente, causando l'infezione di altri tessuti vicini.

Cancro vulvare

Il cancro vulvare è un'entità rara, che costituisce il 4% del cancro ginecologico. È caratterizzato dalla formazione di cellule tumorali nei tessuti della vulva, di solito nelle grandi labbra. L'infezione da papillomavirus e l'età avanzata aumentano il rischio di soffrire di questa malattia.

I segni e i sintomi del cancro vulvare comprendono la presenza di un nodulo o di una lesione ulcerosa, prurito o prurito, irritazione, sanguinamento e ipersensibilità nell'area vulvare; Allo stesso modo, possono verificarsi sintomi che sono più caratteristici delle infezioni del tratto urinario basso, come la disuria.

Cancro vaginale

Il principale tipo istologico di cancro della vagina correlato all'infezione persistente da parte del papillomavirus è il Carcinoma a cellule squamose; è stato segnalato che il virus è responsabile del 70% dei casi. Questo tipo di cancro è più frequente nelle donne ispano-americane, nella razza nera e nelle persone di età superiore ai 60 anni.

All'inizio della malattia, i pazienti sono asintomatici, ma mentre progrediscono, il sanguinamento vaginale intermestruale di solito si verifica, specialmente dopo il rapporto sessuale.Il sintomo più comune che i pazienti con cancro vaginale è quindi sanguinamento, che può verificarsi dopo il rapporto sessuale, tra periodi, prima della pubertà o dopo la menopausa. Altri sintomi, che si manifestano anche in altri tipi di patologie, quindi non sono così specifici, sono: difficoltà o dolore da urinare e dolore durante il rapporto o nella regione pelvica.

Cancro orofaringeo

L'HPV può anche causare il cancro dell'orofaringe (nella parte posteriore della gola, della lingua e delle tonsille) nelle donne, sebbene sia più comune negli uomini. Il principale fattore di rischio per la comparsa di questi tumori è il consumo di tabacco e alcol, ma gli esperti avvertono che il sesso orale non protetto sta anche aumentando i casi di cancro orale e orofaringeo, sia negli uomini che nelle donne, di conseguenza dell'infezione da HPV associata a questa pratica.

Tra i principali sintomi che causano questi tumori includono: una piaga nella cavità orale che non guarisce, o dolore che non si calma, difficoltà a masticare o deglutire, mal di gola, malessere alla mascella o alla lingua, cambiamenti nella voce, un grumo in il collo ...