Tpffcelticsociety

È già possibile segnalare casi online di cani incatenati


È già possibile segnalare casi online di cani incatenati / notizie

Grazie a un nuovo pagina web È già possibile presentare reclami per pubblicizzare la situazione in cui molti cani che sono incatenati per ore. Questo tipo di abuso si verifica nelle città e nelle aree rurali, in quest'ultimo caso più spesso in quanto vengono spesso utilizzati come guardiani della casa.

Nei casi più blandi verrà inviata una lettera per cercare di sensibilizzare alla sofferenza del cane, e casi gravi verranno inviati direttamente al tribunale corrispondente

La campagna è stata lanciata con il sito web Sen Cadeas (Senza catene) ha una forma semplice in cui è sufficiente inserire i dati del reclamante (nome, numero di telefono, posizione e e-mail di contatto), che sono richiesti per evitare denunce false, in modo che in nessun caso andranno al luce. Devi anche compilare una sezione dedicata alla descrizione della situazione dell'animale, e c'è la possibilità di allegare un'immagine per aiutare a descrivere in dettaglio le condizioni in cui si trova. Il sito Web consente di segnalare casi che si verificano in Spagna, anche se è disponibile in diverse lingue come inglese, francese e tedesco, tra gli altri.

Ce ne sono alcuni cani che sono in cattive condizioni, legati con catene o con corde lunghe solo pochi metri, che rendono l'animale solo in grado di effettuare una serie di movimenti, causando problemi fisici e psichici. Questo tipo di abuso farà sì che il loro atteggiamento sia pauroso e potrebbe persino diventare aggressivo come riflesso della paura che hanno sofferto in modo prolungato. Molti di loro, nonostante siano benvenuti, non possono lasciarsi alle spalle questi comportamenti.

La segnalazione dei casi più lievi sarà comunicata al proprietario dei cani attraverso una lettera che mira a sensibilizzare sul danno subito dall'animale, incatenandolo e liberandosi dei legami. Nei casi più gravi, un reclamo formale sarà presentato nei tribunali corrispondenti. Quello che vogliono le associazioni amichevoli degli animali che hanno creato questa pagina è quello di sensibilizzare in modo che il concetto di cane da guardia che si prende cura della casa sia cambiato e che non ci siano casi di concatenamento o confino nei balconi.